image_pdfimage_print

Apre il CENTRO DOCUMENTAZIONE Maria Eletta Martini

Calzoncillos Hermes Baratos

Lunedì 24 aprile aprirà per la prima volta il centro di Nike Air Max Motion Mens documentazione che raccoglie i materiali donati dalla famiglia di Maria Eletta Martini al Comune di Lucca.

Il Nike Air Pegasus 92 Olympic Centro di Documentazione per le politiche delle famiglie e l’impegno delle donne nella società e nelle istituzioni” è già stato inaugurato lo scorso marzo con la visita del Presidente della Repubblica Mattarella che ha ricordato la persona di Maria Eletta Martini, sottolineando il suo As Roma Kits 2014/15 costante contributo alla elaborazione politica e legislativa. Da lunedì 24 aprile il Centro a lei dedicato sarà aperto con continuità.

Non uno spazio per donne, ma un luogo dove le azioni sociali, culturali, formative, e politiche in senso ampio che le donne del nostro territorio hanno condotto possono essere rese fruibili a studiosi, studenti, documentaristi ma soprattutto si possono rendere vive con studi e dibattiti che ne continuino a attualizzino il pensiero: una testimonianza del valore che è stato prodotto, una evidenza della Comprar Calzoncillos Hollister ricaduta Nike Roshe One Breathe sociale che queste idee hanno avuto e una opportunità di elaborazione e di partecipazione da parte delle cittadine e dei cittadini per la crescita culturale di tutto il contesto.

La nostra associazione, La Città delle Donne, ha assunto in convenzione con il Comune, la gestione di questi materiali garantendo l’apertura, impegnandosi a promuovere iniziative legate alla memoria ed al confronto, in collaborazione con le associazioni del territorio interessate, perchè il centro diventi un punto di incontro e di elaborazione.

Un ringraziamento alla Fondazione Cassa di Risparmio che ha compreso l’importanza di individuare un luogo dove raccogliere e valorizzare i documenti e i materiali legati all’impegno politico delle donne, a partire da quelle lucchesi, ed ha fornito alla struttura gli strumenti necessari.

Un ringraziamento all’Amministrazione Comunale, in particolare all’assessora alle politiche sociali e di genere Ilaria Vietina, che ha colto e perseguito questa opportunità con costanza e attenzione al futuro, tessendo un ulteriore nodo nella rete di collaborazione tra istituzione locale e associazioni del territorio.

Facebooktwittergoogle_plusmailby feather

BLABLA GIRLS: sesso e karnazza

Under Armour Clutchfit Drive 2 Review

L’associazione Città delle Donne propone “sesso e karnazza” un nuovo incontro del ciclo BLA BLA GIRLS in collaborazione con la biblioteca AGORA’, sul tema del sessismo e stereotipi nella comunicazione e pubblicità. Cercheremo di riflettere sul perché le immagini sessiste siano così diffuse in un momento in cui le donne sono più Adidas Pro Conference Hi White libere e occupano con maggiore determinazione lo spazio Nike Free 3.0 V2 Mens pubblico.

L’incontro sarà condotto da Kyrie 1 Colorways Michela Under Armour Phenom Proto Training Panigada e realizzato alternando video e dialoghi, commentati dalla dott.ssa Nike Air Max 90 Ultra Se Premium Ilaria Sabbatini, medievista, blogger e scrittrice.

L’appuntamento è per venerdì 5 maggio alle ore 18,00 nei locali della biblioteca Agorà.

Facebooktwittergoogle_plusmailby feather

la vecchiaia: AZIONI

Dopo alcuni mesi di incontri del gruppo di riflessione “la vecchiaia: pensieri, parole, azioni”,  ecco una Nike Cortez Sports Direct iniziativa organizzata dalla Azienda Sanitaria e a cui la nostra associazione Nike Roshe One World Cup Germany Rea collabora, per far corrispondere alle parole sull’ invecchiamento anche delle azioni.

Il movimento è fondamentale a tutte le età ma non sempre si è informati e consapevoli su come affrontarlo, sull’equilibrio tra vantaggi e svantaggi di una determinata attività Golden Goose Schuhe Sale fisica.

Il Kobe Ix Pe prossimo 24 alle ore 21,00 sarà l’occasione per discutere su questo tema in un  incontro organizzato presso la sala parrocchiale di Picciorana: non solo informazioni ma anche la possibilità concreta di iniziare a “coltivare” in gruppo con altri, la voglia di muoversi e stare insieme. Daremo così il VIA a questa ulteriore fase dell’attività.

Facebooktwittergoogle_plusmailby feather

“Poteva succedere anche a me?” Incontri sulla violenza di genere

il prossimo 7 dicembre ci incontreremo per un Adidas High Tops White a nuova tappa del percorso “poteva succedere anche a me?”. Discuteremo insieme Lazio Kits Fifa 16 degli indicatori utili a percepire situazioni di violenza di genere.

L’intuizione di amici, parenti, colleghi di lavoro, persone vicine è sicuramente importante per far emergere gli episodi di violenza che le donne subiscono e denunciarli.

Con Daniela Caselli, presidente dell’associazione Luna, cercheremo di sviluppare questo tema di comprendere quali sono gli strumenti che consentono, nel nostro territorio, di affrontare e arginare il femminicidio.

Facebooktwittergoogle_plusmailby feather

poteva succedere anche a me: “machismo” e maschilismo nella violenza di genere

Eccoci al terzo appuntamento Jordan 18.5 del percorso di incontri “poteva succedere anche a me” nato nello scorso agosto per riflettere sulla violenza che troppo spesso lega i rapporti tra uomini e donne. Martedì 8 novembre, sempre alle 18,00, affronteremo il tema della violenza legandolo alla cultura del machismo ed ai comportamenti maschilisti che ancora trovano largo spazio e cultura nella nostra quotidianità sia verso le donne che verso gli  uomini. Ad introdurre Marco Vignolo, scrittore e saggista.

Facebooktwittergoogle_plusmailby feather

attività 2014

Gennaio – febbraio 2014 La Città delle Donne definisce la proposta di due progetti contro la violenza di genere. Il primo sottoposto alla Fondazione Banca del Monte di Lucca dal titolo Il rapporto uomo donna, un dialogo tra generi e generazioni. Il progetto si propone di promuovere una riflessione in città sul tema della violenza e del rapporto tra generi e, attraverso lo scambio generazionale, in situazioni non istituzionali (bar, palestre, strada ecc.), di aumentare la capacità di tutti di incidere sulla cultura e sulla realtà odierna. Vuole permettere, a una decina di volontarie de La Città delle Donne, di acquisire competenze di gestione di gruppi di discussione, attraverso l’affiancamento agli operatori professionali della Martini Associati impegnati nel progetto, durante la realizzazione delle attività previste (formazione on job). Competenze che potranno essere successivamente messe a disposizione di tutta l’associazione per la realizzazione di altre attività. I dati raccolti verranno analizzati e divulgati con un report e sarà creato un video contenente le interviste realizzate.

Un secondo progetto presentato in Regione, sulla legge della differenza di genere, prevede il coinvolgimento delle educatrici dei nidi gestiti dalla Confcooperative sul territorio della provincia di Lucca. Il piano di lavoro mira ad offrire supporto ai genitori dei bambini e delle bambine da 0 a 3 anni, e agli operatori degli asili con l’intento di accrescere la consapevolezza sulle differenze di genere e lo studio delle pari opportunità. Educare i bambine e le bambine alla scoperta del valore dell’altro e al rispetto di tutte le differenze. E’ proprio a quest’età, che il bambino e la bambina prende coscienza della propria identità psico-corporea in rapporto a se stesso, alla famiglia, all’altro. A questa età il legame di ogni bambino con la propria famiglia e con i modelli genitoriali è fortissimo.

Siamo ancora in attesa di risposta.

Coordinamento comunale donne delle associazioni e dei comitati lucchesi

La Città delle donne ha partecipato e promosso “Femminile plurale (e un po’ maschile)“ che nasce dall’intento di creare un coordinamento delle donne lucchesi di associazioni e comitati per condividere un percorso comune, nel rispetto delle diverse specificità. I primi incontri si svolgono nei mesi di novembre e dicembre 2013, proseguono nel 2014 fino al mese di luglio per realizzare una serie di iniziative, in collaborazione con l’Assessora alle Pari Opportunità Ilaria Vietina e l’Assessora alla Cultura Alda Fratello

Negli incontri svolti sono emersi i temi della creatività femminile nelle sue varie forme – dalla letteratura, al teatro, all’espressione artistica ; il rapporto con il lavoro; il linguaggio di genere; la violenza maschile esercitata sulle donne. Il percorso ha un carattere modulare per dare spazio, all’interno di ogni tematica, ad una pluralità di voci, privilegiando la realtà cittadina ma facendo ricorso anche a talenti e professionalità esterne. Nel primo modulo “scritture”, si è parlato di libri e, attraverso letture e conversazioni, si sono confrontate alcune forme di linguaggio letterario, dal romanzo – anche poliziesco – alla poesia, al racconto civile sulla nostra storia, alla letteratura come esperienza di vita.

Questo il programma realizzato:

15 febbraio ore 17,30 Centro culturale Agorà. Presentazione del libro di Liliana Di Ponte L’equilibrio sospeso degli aironi (edizioni Zona, 2013). Conversazione di Marisa Cecchetti con l’autrice.

7 marzo ore 18 Centro culturale Agorà: Gruppo teatro 4e48: Viaggio nella poesia italiana al femminile

8 marzo ore 16-20 Chiesa di San Romano: Parole conviviali. Conversazioni, letture, musica, tradizioni in lingue diverse

14 marzo ore 17,30 Centro culturale Agorà: Intervista a due voci Francesca Caminoli e Julio Monteiro Martins parlano di libri e delle esperienze di vita e di scrittura

11 aprile ore 17,30 Centro culturale Agorà. Poesia: dialogo tra autrici Marisa Cecchetti, Alba Donati e Sandra Vergamini leggono alcuni testi e dialogano con il pubblico.

9 maggio ore 17,30 Centro culturale Agorà: Femminile e maschile nel romanzo giallo. Confronto tra Rossana Giorgi, Lucia Bruni e Giuseppe Calabretta

16 maggio ore 17,30 Centro culturale Agorà: Presentazione del libro di Rosetta Loy Gli anni fra cane e lupo. 1969-1994. Il racconto dell’Italia ferita a morte (edizioni Chiarelettere, 2013)

All’interno del coordinamento si sviluppa anche un gruppo sul lavoro proposto dalla Consigliera di Parità Ilaria Milianti, che nei mesi di maggio e giugno si riunisce per preparare una presentazione collettiva e articolata del libro COME UN PAESAGGIO. Pensieri e pratiche tra lavoro e non lavoro a c. di S. Burchi e T. Di Martino, Iacobelli editore 2013. Il 19 giugno alla Casermetta Baluardo San Paolino viene realizzato, dalla Consigliera di parità e dalle associazione coinvolte, l’incontro RACCONTARE IL LAVORO DELLE DONNE a cui partecipano diverse autrici del libro che presentano alcuni saggi: Lavorare a casa – Sandra Burchi; ABC del dirittto del lavoro – Antonella Faucci; Diritti generativi – Maria Pia Lessi; Il lavoro precario – Elisabetta Tarquini. L’iniziativa ha il patrocinio del Comune e della Provincia di Lucca.

17 marzo 2014 nuovo incontro con ASL2 sulla realizzazione del Consultorio familiare. Sono trascorsi sei mesi dall’incontro di settembre sulla riorganizzazione della Sanità sul territorio in cui è stato presentato alla ASL2 il documento de La Città delle donne Una progettualità integrata per promuovere il benessere delle donne: per una corretta applicazione della normativa sui Consultori pubblici. Sono stati chiusi presidi territoriali tra cui quello di via Giusti che ospitava numerosi servizi per il territorio. È quindi opportuno proporre una nuova riunione con le associazioni che hanno partecipato alla stesura del documento, i responsabili dell’ASL 2 e agli amministratori locali per chiedere a che punto si è arrivati per la definizione della casa della salute (38% di Campo di Marte) e quale organizzazione territoriale prevedono (quali spazi, personale ecc.). L’invito viene mandato, a tutte le associazioni e comitati, al dott. L. Rossi , responsabile dei servizi sul territorio, alla dott.ssa L. Giardina, responsabile dei servizi consultoriali per la Piana di Lucca, alla dott.ssa M. Maielli responsabile dei servizi consultoriali per la Mediavalle e Garfagnana, e alla dott.ssa P. Fistesmaire psicologa nei servizi consultoriali della Asl 2 Lucca. L’invito è esteso agli assessori al sociale della piana di Lucca.

L’incontro avviene il 17 marzo, nella sala del CESVOT, il dott. Rossi precisa gli spazi previsti per l’apertura del Consultorio a Campo di Marte (ex pediatria), i finanziamenti stanziati dalla Regione, l’assunzione di almeno due nuove figure (psicologo e assistente sociale) per il buon funzionamento della struttura. Partecipa alla riunione l’assessora Vietina, assicurando l’appoggio dell’amministrazione comunale di Lucca. Si tratta ora di verificare la realizzazione di quanto deliberato.

1° giugno “La notte del lavoro narrato” è stata una iniziativa nazionale che si è svolta la notte del 30 aprile (a ridosso del 1° maggio) in molte città d’Italia e pubblicizzata sul sito: . A Lucca è stata promossa dalle associazioni “La Città delle Donne” e “Conpartecipo” che hanno ritenuto importante promuovere un’iniziativa fuori dai soliti schemi rituali – istituzionali. Per sostenere un discorso sul lavoro come identità, dignità, diritti, responsabilità, autonomia, futuro per non considerarlo soltanto un mezzo, una necessità, ma anche un fine, una possibilità.

Le due associazioni hanno organizzato l’evento in piazza San Francesco e ne hanno affidato la regia a Fabrizio Buccianti e Simona Generali. La serata del 30 aprile è stata rimandata, causa maltempo, al 1° giugno, la notte prima della festa della Repubblica, fondata sul lavoro. Il Comitato San Francesco ha offerto una valida organizzazione logistica e strumentale. Il Comune ha dato il patrocinio. Hanno partecipato musicisti, cantanti, artisti vari, cittadini e cittadine. La serata (dalle 19,30 alle 24) si è articolata su tre filoni di narrazione: 1.il primo lavoro -2.il lavoro immaginato -3.senza lavoro, affrontati con l’aiuto di diversi linguaggi (recitazione e lettura testi, musica, video, pittura e arti grafiche). Le narrazioni sono state raccolte e organizzate nelle settimane che hanno preceduto l’iniziativa con incontri e mediante la pagina FB: che ha pubblicato anche i testi inviati. In piazza San Francesco si sono creati tre spazi: uno dedicato alla recitazione, alla lettura e agli interventi musicai, presentato da Michela Panigada, il secondo sotto gazebo predisposto per la visione di audiovisivi e foto ed un terzo formato da più tavoli dove era possibile dedicarsi al disegno, alla pittura ed altre manifestazioni grafiche.

Una sintesi della serata è possibile vederla:

Facebooktwittergoogle_plusmailby feather

le attività del 2012

Da febbraio a giugno, insieme ad altre associazioni, si apre un confronto con l’assessora provinciale alle PO per la nomina di una nuova Commissione PO alla Provincia secondo criteri condivisi.

Dal 8 febbraio al 14 marzo 2012 Corso di Scrittura con Francesca Caminoli proposto dall’associazione La Città delle Donne, realizzato nei locali della Libreria Lucca Libri, c.so Garibaldi Lucca, LETTURA CON APERITIVO venerdì 29 giugno ore 18.45 Libreria LUCCA LIBRI – presentazione della Raccolta di racconti dal laboratorio, musica dal vivo con Roberto Puccini

7 MARZO 2012 “Protocollo d’intesa per la promozione di strategie condivise finalizzate alla Prevenzione e al contrasto del fenomeno della violenza di genere“. La riunione è finalizzata a integrare le azioni di contrasto alla violenza di genere che vengono attuate dai vari soggetti sul territorio, come previsto dal “Protocollo d’intesa per la promozione di strategie condivise finalizzate alla prevenzione e al contrasto del fenomeno della violenza di genere”.

Sabato 14 aprile 2012 Femminile singolare. Come coniugare l’impegno civico delle donne con un contesto sociale che pare tutt’altro che disponibile ad accogliere l’impegno femminile? Lucca, anche su questi temi, dimostra tutta la sua peculiarità.

Maggio / giugno 2012 Mostra di 20 pannelli Noi, utopia delle donne di ieri Memoria delle donne di domani creata da MostraDonna di Milano, allestita nei presidi ospedalieri di Lucca dal 25 al 27 maggio ingresso P. S. Ospedale Campo di Marte, Barga 9 giugno ingresso ospedale S. Francesco e Castelnuovo Garfagnana 27 giugno ingresso ospedale S. Croce.

Martedì 11 settembre Villa Bottini – Lucca Incontro sul libro inchiesta O i figli, o il lavoro, alla presenza dell’autrice Chiara Valentini.

da ottobre 2012 è promosso un percorso per la costituzione della Commissione P O comunale. Sono state fatte quattro riunioni, una in ottobre, una seconda a novembre e due in dicembre, in particolare il 10 dicembre con il Centro Donna, il 21 dicembre dove sono state invitate le associazioni CIF, SOROPTIMIST, FIDAPA, per proporre un convegno da realizzare il 2 febbraio 2013 dalle 15 alle 19 prevedendo: la prima ora per la relazione di Marina Piazza, una seconda ora (abbondante) di discussione nei gruppi di lavoro guidati da conduttrici e infine l’ultima ora di restituzione e discussione in plenaria

I gruppi di lavoro sono:

sulla rappresentanza partendo dalla proposta che la CPO sia composta di sole donne, debba vedere la presenza di associazioni (volontariato), di organizzazioni datoriali, sindacali e professionali e di forze politiche, sia quindi un organismo che rappresenti le realtà associate femminili del territorio;

sui contenuti e gli obiettivi che la Commissione vuole evidenziare e perseguire (lavoro, cultura, istruzione, salute, sociale ecc.).

Da ottobre inizia il gruppo De senectute, dove una decina di donne, alcune socie de La Città delle donne, riportano scritti, propri o altrui, sul tema della vecchiaia.

25 novembre Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, decisa dall’ONU nel 1999. La Città delle Donne decide di diffondere un volantino su tale intollerabile emergenza sociale.

Collaborazione con il Comitato SNOQ Lucca per la messa in scena di uno spettacolo teatrale contro il femminicidio “Il fiore calpestato” che si è poi trasformato in “Mai più sole”.

In occasione della settimana del Fiocco Bianco, il 20 novembre 2012 a Forte dei Marmi con le locali socie de “La Città delle Donne” nel Circolo e il 30 novembre 2012 a Gallicano, in collaborazione con le donne dello SPI CGIL Garfagnana e le ragazze di Nontiscordardite Per le Donne.

Facebooktwittergoogle_plusmailby feather