la Città delle Donne invita alla tenda della pace

image_pdfimage_print

la tenda con l’albero per i messaggi di pace

Si parla molto di pace in questi giorni facendo riferimento alla guerra in Palestina. A Lucca le associazioni coNpartecipo e la città delle donne vogliono attivare un percorso di riflessione sul tema della Pace non solo in riferimento al Medio Oriente ma anche in molti altri conflitti presenti in tutto il mondo. Per realizzare questo scopo le associazioni si propongono di raccogliere l’idea della Pace che hanno i cittadini. Chi vuole può lasciare il proprio pensiero attraverso una breve frase sulla pagina facebook dedicata “Insieme verso la Marcia della Pace”, raggiungibile anche dal link presente sul sito “”. Non si chiede di parlare esclusivamente della necessità di far cessare la guerra, o meglio le guerre, in corso nella varie parti del mondo. L’obiettivo è raccogliere contributi da utilizzare nel percorso da oggi alla marcia della pace da Perugia ad Assisi del 19 ottobre. Per fare un esempio possiamo riferirci a tutte le forme di realizzazione delle persone nella società, nel lavoro, a scuola. Oppure nel riconoscimento dei diritti individuali e collettivi.

Chiunque può portare il suo contributo ed arricchire il “libro” de: le nostre parole per dire “la PACE è”. Non c’è limite agli interventi, per cui si possono inviare più riflessioni anche periodiche.

Facebooktwittergoogle_plusmailby feather

Italia Romania: in viaggio con le badanti

image_pdfimage_print

il 25 settembre la nostra associazione ha portato una  sul lavoro di cura nel Lucca Film Festival durante il quale sono stati proposti alcuni audiodocumentari tra cui di Flavia Piccinni. Sono stati riportati dei sindacati CGIL CISL UIL provinciali elaborati da La Città delle Donne.

Facebooktwittergoogle_plusmailby feather

voto e partecipazione politica in Italia

image_pdfimage_print

La Città delle Donne in collaborazione col Comune e il patrocinio della Provincia di Lucca SABATO 23 MARZO ORE 15,30 – VILLA BOTTINI – Lucca propone, l’incontro pubblico DOVE BATTE IL CUORE DELLE DONNE? Voto e partecipazione politica in Italia, per esaminare il difficile rapporto delle italiane con la politica e la rappresentanza.

Sarà presente l’autrice dell’omonimo libro, la giornalista Assunta Sarlo per porgere i temi della discussione sulla storia recente e sull’attualità della cronaca. Dalle conservatrici e parrocchiane che votavano in massa per la Democrazia cristiana alle supporter di Silvio Berlusconi, passando per la profonda trasformazione del femminismo, fino alle nuove generazioni. Interpreta, con dati alla mano, il rapporto controverso delle italiane con la politica, dal tardivo diritto al voto nel 1946 alle ultime amministrative, a oggi. Analizzando i voti e le scelte politiche delle donne, emerge l’immagine

la locandina dell’evento

di un puzzle complesso abitato da modelli femminili e gerarchie di valori ancora contrapposti anche se, proprio da parte delle donne, sta arrivando comunque un segnale di maggiore disponibilità a mettersi in gioco su un terreno tradizionalmente ostile. Una fotografia che non lascia dubbi al fatto che quando trovano produttivo impegnarsi nello spazio pubblico, dove la politica corregge il peso del monopolio maschile e sembra volere farsi carico dei bisogni reali della comunità, allora le donne non fanno mancare la propria presenza e il proprio investimento.

Facebooktwittergoogle_plusmailby feather

Mutilazioni genitali femminili: incontro con le donne del Niger

image_pdfimage_print

Secondo un rapporto del 2013 dell’Unicef, oltre 125 milioni di ragazze e donne nel mondo sono state sottoposte alla mutilazione genitale femminile. La maggior parte di queste vive in 29 paesi di cui solo 2 non si trovano in Africa.
il 4  dicembre -ore 17.30 -Agorà -Lucca, nell’ambito delle iniziative contro la violenza sulle donne si è svolto il dibattito

“Le donne per le donne – incontro le mutilazioni genitali femminili: incontro con le donne del Niger”. Ecco le portate da “la città delle donne”.

Facebooktwittergoogle_plusmailby feather

violenza domestica, come la raccontano i giornali

image_pdfimage_print

l’invito all’evento

“Come il linguaggio della cronaca possa diventare uno strumento di sensibilizzazione e di consapevolezza verso un problema tanto reale quanto grave”: questo lo scopo della riflessione promossa dalle associazioni Città delle Donne, Centro Donna, Cif, Fidapa, Soroptimist Club di Lucca sul tema della violenza contro le donne e del femminicidio.

L’incontro si svolgerà al Real Collegio sabato 13 alle ore 15,30 nell’ambito delle iniziative del Villaggio Solidale 2013 e trae spunto dalla presentazione del libro “Questo non è amore, venti storie raccontano la violenza domestica sulle donne” per riflettere sull’importanza del linguaggio nella proposizione dei fatti di cronaca che vedono le donne oggetto di violenza, sulla sensibilità che traspare dall’impostazione della notizia e sugli obiettivi diversi che si possono perseguire variandola.

Dopo l’intervento principale a cura di Elena Tebano, giornalista del corriere della sera e coautrice del libro, il dibattito mediato da Francesca Caminoli vedrà gli interventi di Daniela Caselli del centro antiviolenza Luna, di Piera Banti rappresentante del Codice Rosa, di Marco Innocenti Caposervizio de Il Tirreno Lucca, Gianluca Testa Direttore de Lo Schermo, Enrico Pace Direttore Luccaindiretta e Egidio Conca di Noi Tv.

Facebooktwittergoogle_plusmailby feather

CONSULTORIO: prendersi cura dei cittadini e soprattutto delle donne

image_pdfimage_print

Con il nuovo ospedale S.Luca, vari servizi sanitari hanno necessità di essere ricollocati e ripensati sul territorio, in particolare quelli rivolti ad una utenza prevalentemente femminile. Riteniamo necessario approfondire l’organizzazione e le possibilità di sviluppo dei servizi sanitari che più direttamente si rapportano con il “corpo reale” delle donne e quindi il , il punto donna, il codice rosa, l’educazione alla salute per i giovani, prevenzione e oncologia, la gestione della legge 194.

Come si pensa di dividere e collocare questi servizi sul territorio e/o nella struttura ospedaliera? Verranno implementati, come saranno svolti in una prospettiva di prevenzione e supporto alle cittadine? Che tipo di rapporto si intende sviluppare tra i servizi sanitari e quelli sociali propri degli enti locali?

A tutti questi interrogativi cerchiamo di trovare una risposta attraverso un tavolo che accompagna la ristrutturazione dell’intero sistema sanitario territoriale, che vogliamo condividere con i rappresentanti della Asl2 – Lucca, della conferenza dei sindaci, delle associazioni sindacali, delle associazioni femminili e delle associazioni di volontariato interessate.

Dagli incontri che si sono succeduti è scaturito il documento “” sul quale il dibattito è in corso ed è stata promossa un’ tra le cittadine.

Facebooktwittergoogle_plusmailby feather

le attività del 2012

image_pdfimage_print

Da febbraio a giugno, insieme ad altre associazioni, si apre un confronto con l’assessora provinciale alle PO per la nomina di una nuova Commissione PO alla Provincia secondo criteri condivisi.

Dal 8 febbraio al 14 marzo 2012 Corso di Scrittura con Francesca Caminoli proposto dall’associazione La Città delle Donne, realizzato nei locali della Libreria Lucca Libri, c.so Garibaldi Lucca, LETTURA CON APERITIVO venerdì 29 giugno ore 18.45 Libreria LUCCA LIBRI – presentazione della Raccolta di racconti dal laboratorio, musica dal vivo con Roberto Puccini

7 MARZO 2012 “Protocollo d’intesa per la promozione di strategie condivise finalizzate alla Prevenzione e al contrasto del fenomeno della violenza di genere“. La riunione è finalizzata a integrare le azioni di contrasto alla violenza di genere che vengono attuate dai vari soggetti sul territorio, come previsto dal “Protocollo d’intesa per la promozione di strategie condivise finalizzate alla prevenzione e al contrasto del fenomeno della violenza di genere”.

Sabato 14 aprile 2012 Femminile singolare. Come coniugare l’impegno civico delle donne con un contesto sociale che pare tutt’altro che disponibile ad accogliere l’impegno femminile? Lucca, anche su questi temi, dimostra tutta la sua peculiarità.

Maggio / giugno 2012 Mostra di 20 pannelli Noi, utopia delle donne di ieri Memoria delle donne di domani creata da MostraDonna di Milano, allestita nei presidi ospedalieri di Lucca dal 25 al 27 maggio ingresso P. S. Ospedale Campo di Marte, Barga 9 giugno ingresso ospedale S. Francesco e Castelnuovo Garfagnana 27 giugno ingresso ospedale S. Croce.

Martedì 11 settembre Villa Bottini – Lucca Incontro sul libro inchiesta O i figli, o il lavoro, alla presenza dell’autrice Chiara Valentini.

da ottobre 2012 è promosso un percorso per la costituzione della Commissione P O comunale. Sono state fatte quattro riunioni, una in ottobre, una seconda a novembre e due in dicembre, in particolare il 10 dicembre con il Centro Donna, il 21 dicembre dove sono state invitate le associazioni CIF, SOROPTIMIST, FIDAPA, per proporre un convegno da realizzare il 2 febbraio 2013 dalle 15 alle 19 prevedendo: la prima ora per la relazione di Marina Piazza, una seconda ora (abbondante) di discussione nei gruppi di lavoro guidati da conduttrici e infine l’ultima ora di restituzione e discussione in plenaria

I gruppi di lavoro sono:

sulla rappresentanza partendo dalla proposta che la CPO sia composta di sole donne, debba vedere la presenza di associazioni (volontariato), di organizzazioni datoriali, sindacali e professionali e di forze politiche, sia quindi un organismo che rappresenti le realtà associate femminili del territorio;

sui contenuti e gli obiettivi che la Commissione vuole evidenziare e perseguire (lavoro, cultura, istruzione, salute, sociale ecc.).

Da ottobre inizia il gruppo De senectute, dove una decina di donne, alcune socie de La Città delle donne, riportano scritti, propri o altrui, sul tema della vecchiaia.

25 novembre Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, decisa dall’ONU nel 1999. La Città delle Donne decide di diffondere un volantino su tale intollerabile emergenza sociale.

Collaborazione con il Comitato SNOQ Lucca per la messa in scena di uno spettacolo teatrale contro il femminicidio “Il fiore calpestato” che si è poi trasformato in “Mai più sole”.

In occasione della settimana del Fiocco Bianco, il 20 novembre 2012 a Forte dei Marmi con le locali socie de “La Città delle Donne” nel Circolo e il 30 novembre 2012 a Gallicano, in collaborazione con le donne dello SPI CGIL Garfagnana e le ragazze di Nontiscordardite Per le Donne.

Facebooktwittergoogle_plusmailby feather

O i figli o il lavoro

image_pdfimage_print

 

o i figli o il lavoro L’Associazione La Città delle Donne e l’Assessorato alle Pari opportunità del Comune di Lucca Asics Onitsuka Tiger UK propongono Martedì 11 settembre ore 21 Villa Bottini – Lucca Incontro sul libro inchiesta O i figli, o il lavoro , Feltrinelli 2012,alla presenza dell’autrice Chiara Valentini.

Introduce Cecilia Carmassi Nike Kaishi 2.0 Sale presidente dell’ass. La Città delle Donne – Lucca Coordina Ilaria Vietina assessora alle Pari Opportunità del Comune di Lucca. Intervengono l’autrice Chiara Valentini e Nike Air Max 90 Outlet Emanuela Tempestini Consigliera di Parità.

Qualcuno l’ha paragonata a un campo di battaglia. È la maternità delle donne che lavorano e vorrebbero continuare a farlo senza subire stress e umiliazioni anche quando scelgono di mettere al mondo un Adidas Shoes UK bambino. Invece, in Italia come in Asics Onitsuka Tiger Outlet nessun altro paese europeo, lavoro e maternità rischiano di diventare parole inconciliabili. Almeno una giovane mamma su cinque lascia il posto e in molti casi non lo ritroverà. È ancora peggio fra le precarie, le ragazze dei contratti a termine o a progetto, che per non essere mandate via nascondono il pancione come una colpa. Chiara Valentini racconta per la prima volta nel suo complesso questa realtà dura e preoccupante, dando la parola da una parte all’altra d’Italia a manager e donne delle pulizie, a Cheap Nike Sock Dart pubblicitarie e a operatrici dei call center.

Facebooktwittergoogle_plusmailby feather